Un nuovo modo di comunicare turismo e cultura. Così racconteremo le realtà pugliesi già dal prossimo autunno

Autore: Savino Bartolomeo 17-07-2021

Turismo e cultura vanno da sempre di pari passo e oggi più che mai sono settori interconnessi. Chi fa turismo oggi non può prescindere dall’enorme richiesta di servizi ed esperienze culturali che arricchiscono e differenziano le destinazioni turistiche. Fare cultura per un’impresa turistica significa condividere, collaborare, raccontare le proprie storie, soprattutto saper ascoltare quelle degli altri, partner e non, per poter imparare ciò che ancora non si conosce. Aprire le proprie imprese ai clienti, fruitori sempre più curiosi e desiderosi di accedere a tutti i passaggi e i “segreti” che costituiscono i progetti.

Mi capita spesso di visitare imprese di amici che hanno realizzato progetti ambiziosi di nicchia, per curiosità certamente, ma con la convinzione che il turismo del futuro sarà sempre più segmentato in attività rivolte a piccoli gruppi di persone, accumunate dagli stessi interessi.

L’era del turismo di massa, con la stessa offerta generalista, impacchettata dai tour operator per milioni di individui “dal mondo” sta definitivamente tramontando, a favore di esperienze più immersive e personalizzate.

Una famiglia con bambini avrà desideri, bisogni ed esigenze completamente diverse dal gruppo di amici single in vacanza, pur scegliendo la stessa destinazione turistica. Che tipo di vacanza farà l’esperto enogastronomico, quali strutture ricercherà e con quali tipi di servizi? Le stesse strutture delle amiche che hanno pianificato di girare la Puglia in bici o in barca? Sicuramente avranno bisogno di suggestioni diverse.

Con i riflettori del mondo puntati qui in Puglia, la domanda da parte dei “turisti” diventa sempre più ricercata, e di conseguenza l’offerta di attività, itinerari e pernotti per tipologie, si va modificando ed ampliando di ora in ora.

Ecco perché, io e altri 2 amici e professionisti del settore Web e Foto/Video (Piero e Gianni), abbiamo scritto e pensato un progetto che partirà nel prossimo autunno, con l’intento di raccontare tutto quello che si muove nell’ambito turistico.

Il nostro obiettivo è quello costruire e condividere attraverso imprenditori, manager, policy maker, autorità pugliesi ed esperti dei processi turistici, una base di conoscenze attuale e rigorosa, utile ad avere sempre chiaro il quadro del settore ed a supportare le scelte strategiche ed imprenditoriali in tutti i passaggi del sistema turistico.

Uno spazio nel quale confrontarsi coi diversi attori, scambiarsi idee, aggiornare progetti, opinioni e interessi, e che allo stesso tempo possa promuovere realtà con livelli di eccellenza elevati conosciute da pochi, per inserirle magari in nuovi ed esclusivi itinerari.

Ci muoveremo in tutta la Puglia, alla scoperta di imprese che meritano di essere raccontate, intervisteremo scrittori, politici, artisti, produttori, amministratori, imprenditori. Sempre attraverso le varie declinazioni della mia piattaforma SB (Sito, Social e YouTube), saranno raccontate le imprese pugliesi virtuose, provando così a costruire nuovi ed inesplorati percorsi per noi “locals” e per gli avventori temporanei e internazionali.

La pandemia ha messo in crisi il settore turistico per circa due anni, consentendo ai viaggiatori di scoprire nuove passioni da abbinare ai futuri viaggi e concedendo agli operatori il tempo per scrollarsi di dosso tutte quelle vecchie abitudini (pacchetti preconfezionati che per pigrizia non venivano aggiornati dal dopoguerra!) da proporre ad un tipo di turista poco informato che non esiste più.

Una nuova era dei viaggi è appena iniziata, il futuro del turismo è tutto da scrivere. Sta a noi rendercene conto e provare ad esserne protagonisti. La “destinazione Puglia” ha tutte le carte in regola per diventare riferimento di tutto il settore.

Condividi